Dopo il successo degli incontri organizzati nei mesi scorsi, il giovane sindacato prosegue nell’impegno a tutela dei diritti dei dirigenti scolastici promuovendo un convegno a Milano.

Lunedì 15 maggio, dalle ore 08.30 alle 18.00, presso il Novotel Milano Linate, via Mecenate 121, personalità del mondo della scuola discuteranno dell’emergenza che – aggravata dalla riforma Renzi-Giannini – continua a intralciare l’attività professionale dei dirigenti scolastici: l’accresciuto carico di lavoro, con spostamenti continui per raggiungere plessi e sedi scolastiche, e con responsabilità esorbitanti alle quali non corrisponde un riconoscimento retributivo commisurato.

 

Interverranno: il dott. Pino Zingale, procuratore generale d'appello della Corte dei Conti per la Sicilia; Valentina Aprea, assessore all'Istruzione, Formazione e Cultura della Regione Lombardia; il dott. Cosimo Scaglione dell’U.S.R. per la Lombardia; il dott. Max Bruschi, ispettore Miur; la dott.ssa Anna Armone, responsabile AA.GG. SSPA di Bologna; l'avvocato Francesca Lideo; l'ingegnere Natale Saccone. Tra i relatori, anche prestigiosi dirigenti scolastici: Annalisa Wagner, Pietro Perziani, Concetta Giannino, Laura Carmen Sanfilippo, Salvatore Indelicato, Donato Gentile.

Il professore Marcello Pacifico, segretario organizzativo Confedir, darà il benvenuto ai partecipanti e introdurrà i lavori che verteranno, tra altro, su aspetti normativi e organizzativi, sui dati retributivi, e sulle azioni legali che verranno intraprese per ottenere l’inquadramento stipendiale che si auspica.

Il giovane sindacato UDIR - che aderisce alla CONFEDIR, confederazione che, per il triennio 2015-18, è rappresentativa al tavolo della contrattazione nazionale per la dirigenza pubblica -, si propone l’obiettivo di un criterio retributivo omogeneo per i dirigenti assunti dal 2001 in poi. È un obiettivo che i sindacati firmatari, nell’ex area V, del CCNL 2000-2001 hanno abbandonato, come si evince dai CC.CC.NN.LL. 2002-2005 e 2006-2009 che non hanno tutelato l’anzianità di servizio; proprio il recupero della RIA, ai dirigenti assunti dall’a.s. 2001-02 in poi (l’ammontare di circa 2mila euro annui), è un obiettivo che ci si propone, con il supporto della rete dei legali, di conseguire. Altri obiettivi sono il recupero degli arretrati (ulteriori 30mila euro, pro capite) e il ripristino delle risorse (4mila euro annui) non più erogate in seguito all’abbattimento (33% nell’ultimo quinquennio) del FUN (il fondo per la retribuzione di posizione e di risultato), che ha avuto anche riflessi negativi nella contrattazione regionale.

Il convegno di Milano, organizzato in collaborazione con Eurosofia, darà diritto ai crediti per l’obbligo formativo annuale dei dd.ss.; inoltre, è disposto l'esonero dal servizio. I partecipanti possono chiedere un rimborso spese.

Gli interessati invieranno la domanda di adesione all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; info al numero: 333-17713481.

 

Scarica la locandina del convegno di Milano

© 2016 All Rights Reserved