italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura coprirà
tutte le regioni italiane.

SCOPRI ADESSO COME FARNE PARTE!

Udir, giovane sindacato che tutela i dirigenti scolastici, ricorda che è possibile ancora ricorrere al Tar Lazio per chiedere l’annullamento e la disapplicazione della normativa che impone l'obbligo vaccinale per i dirigenti scolastici.

 

Possono aderire i dirigenti scolastici di ruolo che vogliono contestare l'obbligo vaccinale. Possibile aderire entro la fine di gennaio: per informazioni, cliccare al seguente link.

 

Diventa legge e a breve andrà in Gazzetta Ufficiale il decreto legge sul “Super Green pass” che obbliga alla vaccinazione anti Covid anche i dirigenti scolastici: la Camera ha infatti appena approvato dando l’assenso alla questione di fiducia posta dal Governo, il testo del Decreto Legge n.172 modificato qualche giorno fa dal Senato, quindi senza emendamenti, subemendamenti e articoli aggiuntivi: si tratta dell'articolo unico del ddl di conversione in legge, con modificazioni, del DL n. 172/21, sulle misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da Covid e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali, che ufficializza gli obblighi vaccinali del personale scolastico, già in vigore dal 15 dicembre scorso.

Il Consiglio Nazionale Udir segnala la gravità della situazione in cui versano attualmente i dirigenti scolastici. Senza alcun riconoscimento economico né alcun aiuto a livello di risorse umane e finanziarie legate all’implementazione dello staff, si profila un vero e proprio sfruttamento lavorativo legato ad un aumento del carico di lavoro extracontrattuale ormai al limite della sopportazione umana, delineatosi a seguito di continui provvedimenti emergenziali che costringono a lavorare senza alcuna disconnessione.

Nelle more l’ufficio legale di Udir continua a raccogliere adesioni e proroga al 31 gennaio i termini per partecipare ai ricorsi al Tar Lazio per i dirigenti scolastici. In caso di accoglimento del ricorso da parte del massimo organo di giustizia amministrativa siciliana, nei giorni successivi, saranno chiesti decreti monocratici per tutti i ricorrenti nei contenziosi pendenti per consentire il reintegro in servizio anche dell’eventuale personale dirigenziale sospeso, in attesa della pronuncia del giudice delle leggi.

Per le adesioni dei dirigenti scolastici, vai al seguente link.

Il Senato ha modificato il Decreto Legge n.172 del 26 novembre 2021 che allarga gli obblighi vaccinali del personale scolastico, già in vigore dal 15 dicembre scorso. Tra gli emendamenti approvati e che sono andati a correggere il testo originario, c’è quello che impone nuove regole sull’obbligo vaccinale dei dirigenti scolastici: con questa modifica, il controllo dei presidi viene preso in carico ufficialmente dai direttori degli Uffici scolastici regionali, i quali in caso di sospensione del capo d’istituto dovranno anche nominare un reggente. Udir conferma la sua opposizione a questo modo di procedere, sempre più discriminante e lontano dai diritti della Costituzione: il sindacato, quindi, conferma la preadesione al ricorso al Tar del Lazio per chiedere l’annullamento e la disapplicazione della normativa che impone l'obbligo vaccinale per i dirigenti scolastici. Per gli iscritti ad Udir, il ricorso è gratuito.

Entro giugno, il MEF dovrà spiegare con un’analitica istruttoria quante sono le somme sottratte dal 2011 ai dirigenti scolastici in servizio rispetto alla retribuzione individuale di anzianità non più versata nel fondo per quelli andati in quiescenza. A ottobre, la decisione che potrebbe restituire ai presidi ricorrenti 5 mila euro circa per ogni anno decurtati. Possibile ancora intervenire ad adiuvandum ricorso Tar Lazio, adesioni al seguente link. Udienza pubblica calendarizzata per il 25 ottobre