italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura coprirà
tutte le regioni italiane.

SCOPRI ADESSO COME FARNE PARTE!

A pochissimi giorni dal nuovo anno scolastico, arriva dal Ministero dell’Istruzione un vademecum illustrativocon le Note tecniche sulle indicazioni finalizzate a mitigare gli effetti delle infezioni da Sars-CoV-2 in ambito scolastico, nei servizi educativi e nelle scuole dell’infanzia, per l’anno scolastico 2022 -2023: il documento è riassuntivo delle indicazioni già trasmesse alle istituzioni scolastiche dallo stesso Ministero, a partire dalla Nota 1998 del 19 agostoa firma del Capo Dipartimento Versari, e delle Note tecniche pubblicate sul sito istituzionale dell’Istituto Superiore della Sanità. Sono tutte confermate le indicazioni preannunciate dal sindacato Udir e l’esigenza di realizzare un modello organizzativo in ogni istituto scolastico: è possibile chiedere il protocollo direttamente al sindacato.

L’avvio del nuovo anno scolastico 2022/2023 porta diverse novità rispetto ai precedenti, soprattutto in merito alla situazione pandemica da Covid 19 ancora presente su tutto il territorio nazionale. Tenendo conto delle indicazioni del ministero dell’Istruzione, inserite nella  Nota 1998 del 19 agosto a firma del Capo Dipartimento Versari, per i dirigenti scolastico l’anno scolastico si prospetta più difficile e insidioso dei due passati: nella gestione del Covid 19, lascia di fatto carta bianca alle scuole. Sarà il dirigente, dunque, a dovere stilare in autonomia il protocollo di gestione del virus. Se ne è parlato in settimana a Roma, durante il workshop formativo Udir-Eurosofia sul “PNRR e linee d’investimento”: in particolare, approfondendo la tematica relativa alle responsabilità penali attinenti la sicurezza.

Al dl dirigente scolastico Dario Tumminelli è stato affidato l'incarico di segretario generale del sindacato dei presidi Udir e l'ingegner Nanni Saccone è stato confermato responsabile nazionale in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro. Lo rende noto il presidente nazionale, Marcello Pacifico Il neo segretario Tumminelli ha ringraziato la presidenza per la fiducia concessa, ha etto di essere onorato della delega conferita e di impegnarsi attivamente allo sviluppo e crescita sindacale dell'Udir.

Si torna in classe non solo con tantissimi docenti e Ata precari: l’anno scolastico sta iniziando anche senza 500 dirigenti scolastici di ruolo e quasi 2 mila Direttori dei servizi generali e amministrativi. L’allarme è stato lanciato durante il workshop formativo sul “PNRR e linee d’investimento”, svolto a Roma, organizzato dal sindacato Udir in collaborazione con l'Ente di formazione Eurosofia. Tra le priorità di utilizzo dei fondi europei per la ripresa e resilienza, ha ricordato Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, “c’è l’esigenza di recuperare quasi 4 mila sedi di presidenze dismesse e di innestare un organico aggiuntivo di personale”. Ma anche di stabilizzare nei ruoli “centinaia di dirigenti scolastici e un Dsga su quattro, tutte figure indispensabili per attuare le riforme del Pnrr”.